ARTE. Francesco Lupo:E’ ora di scegliere, o rimanere con il mondo corrotto o saltare sulla nascita del nuovo mondo

Francesco Lupo

Francesco Lupo

Francesco da Fiumata l’ultimo lupo dell’arte, alla tenera età di otto anni si  accorse  che la natura gli aveva dato il più grande dono che un uomo possa avere, creare con le proprie mani. Poi si è  ritrovato ad indossare una divisa negli anni bui del nostro paese, ha combattuto in prima persona il terrorismo, e per non impazzire rappresentava sui quadri, sul legno e sul marmo quello che viveva giorno per giorno.

Per questo gli  furono sequestrati  dei quadri perché a loro dire offendevano le istituzioni, e gli diedero l’ultimatum, che se non smetteva di dipingere e scolpire lo avrebbero cacciato.

Da quel momento ha dipinto e scolpito solo per se stesso e pochi in questo  paese hanno potuto contemplare le sue  opere dal vivo perché oggi come allora non ci sono uomini che hanno voglia di verità e di arte non corrotta. lupo

Si è sentito solo?

“Io non sono solo, la folla è sola, io sono tornato da mia madre e da mio padre, la montagna e il bosco che sono stati per me i più persuasivi predicatori e i santuari della mia arte, perché nella mia vita ho imparato ad ascoltarli e a parlare con loro e mi hanno fatto conoscere la verità. Da loro ho imparato sin da bambino che la pena e la grandezza sono il destino di un artista puro. Mi hanno addottrinato ad adoperare come materia per le mie opere la mia stessa vita, ad amare la natura fino a diventarne schiavo ma nello stesso tempo anche il suo padrone. Non mi accontento più delle variazioni su modelli prestabiliti, ma esprimo i bisogni interiori dell’uomo e dell’umanità”.

lupo2Da cosa è nato questo desiderio?

La montagna e il bosco mi hanno convinto che, se c’è sulla terra e fra tutti i nulla qualcosa da divinizzare, se esiste qualcosa di santo, di puro, di eccelso, qualcosa che favorisce questo smisurato desiderio dell’infinito e dell’incerto, che chiamano anima, questa è l’arte. L’arte che rappresento è il disaggio sociale che ho vissuto e che vivo, e cerco di dare un messaggio con le mie opere hai popoli, ormai assuefatti al sudiciume di questa società malata. Ribadisco con forza: “Le mie opere non subiscono le leggi dell’uomo: le dettano”. Qualcuno mi chiamerà presuntuoso, non mi interessa ognuno è libero di interpretare quello che ho detto a suo comodo, io non scenderò mai a compromessi per l’arte, mi scaglierò sempre con le mie opere, che non sono fatte per adornare appartamenti ma sono strumenti di guerra offensivi e difensivi contro: ricchi, poveri, popoli coglioni e i cosiddetti potenti della terra, che hanno ridotto l’arte,le culture dei popoli e il mondo intero in una discarica di lerciume corrotto.

Cosa lega l’arte moderna alla società?lupo1

Nell’arte oggi si identificano i nessi che collegano l’arte moderna alla società attuale, la cultura artistica che oggi pretende di essere in contrapposizione al sistema non si accorge, o fa finta, che ne ha subito la sottomissione fino a diventarne lo specchio. Gli aspetti della collettività consumistica che hanno sottomesso l’arte contemporanea, sono principalmente il mito del nuovo fine a se stesso, l’esasperato egoismo, la demolizione e la cancellazione della memoria, la sottrazione della produzione artistica che legava arte e artigianato, l’arte intesa come denuncia sociale che ne era alimento essenziale, la rimozione del concetto di bellezza e la predisposizione a fare dell’iniziativa artistica un semplice riconoscimento del valore speculativo attribuibile a oggetti esistenti elevati alla grandezza di opere d’arte. Io sono libero dai lacci imposti all’espressione sofisticata dall’arte di regime.

Quindi oggi l’arte è vissuta solo come business?

Si, perchè nei sistemi economici finalizzati è questa l’arte riconosciuta ufficialmente, sorretta finanziariamente e ordinata dal potere, se riesco a debellare questo genere di arte, con tutti i suoi critici e organizzatori corrotti e schiavi del potere, la stessa azione assume lo spessore di una rivoluzione culturale e la sua distruzione darà un contributo essenziale al processo di scarcerazione dal sistema di valori su cui l’economia della crescita sta producendo da alcune generazioni quote sempre piú ampie della popolazione mondiale.

Quindi lei è contro le mostre d’arte ?

Si, infatti non farò mostre per il momento, in questo mio paese che amo alla follia, fino a che non ci saranno persone che hanno sete di giustizia e di verità, non mi interessa. Sono impegnato alla grande statua di 15 metri in bronzo di San Francesco che alcuni imprenditori mi hanno commissionato, questa sarà la mia risposta a tutto ciò che ho detto sulla mia arte.

 

E’ disponibile a parlare della statua di San Francesco in un’altro incontro?

Si con piacere, mi sta impegnando molto e spero di riuscire a fare una cosa importante a conferma del mio diverso modo di percepire l’arte. 

Chiara Fici di Amalfi

 

 

 

 

Un pensiero su “ARTE. Francesco Lupo:E’ ora di scegliere, o rimanere con il mondo corrotto o saltare sulla nascita del nuovo mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...