SELFIE: passatempo, divertimento e… anche pericolo!

selfiedi Caterina Antonelli

La moda del selfie, chiamato anche semplicemente autoscatto, ha invaso la vita e i passatempi di quasi tutte le persone, conquistando pure vip e personalità, dai politici agli astronauti, passando pure per papa Francesco, come riporta il sito www.lastampa.it nell’articolo Manie: “selfie” eletta parola dell’anno.

Questa moda è nata tantissimi anni fa e non si sa come mai, oggi, spopoli così tanto: probabilmente, è dovuta al fatto che ogni turista di qualsiasi parte del mondo ne faccia utilizzo per immortalare i propri viaggi. Ma non solo… come afferma Randone in Una foto ci salva la vita oggi il selfie sembra avere anche una funzione salvativa. Ciò è dovuto al fatto che molte persone, quando si trovano in situazioni particolari, si riprendono e si fotografano per far vedere, poi, l’accaduto a qualcun altro. Tutto questo, ovviamente, è possibile solo se si possiede un qualsiasi telefono cellulare dotato di macchina fotografica.

Il lato negativo di questa moda è che le foto vengono in seguito postate sul web, tanto che per alcuni esperti, indugiare tramite tale comportamento è sinonimo di “disturbo mentale”. Infatti, è stata individuata anche una nuova patologia chiamata “selfite” o “selfitis”, che a sua volta si differenzia – come spiega Piccinelli in www.macitynet.it – in:

  • “selfite” borderline = chi fotografa se stesso almeno 3 volte al giorno, ma che poi non pubblica le immagini su Internet;
  • “selfite” acuta = chi scatta almeno 3 foto di stesso al giorno e le pubblica online;
  • “selfite” cronica = chi prova una voglia incontrollabile di scattare autoritratti, pubblicandoli poi nel web più di 6 volte al giorno.

Sembrerebbe, inoltre, che non esista un metodo per uscire da questa… chiamiamola così… malattia che è molto di più di una semplice voglia di autoritratto e di un passatempo, proprio perché coinvolge gli spazi globali che ci offrono i social network. Ma, bisogna fare attenzione, dato che il mondo del web è alquanto oscuro. Innanzitutto, una volta postata, la foto rimarrà per sempre in rete, anche se la si elimina dai propri profili. Secondariamente, qualcuno al di là dello schermo potrebbe violare la nostra privacy e fare un cattivo uso di ciò che abbiamo postato.

Lascio a voi libero spazio all’immaginazione… Quindi, il mio consiglio di sedicenne è: facciamo i selfie, divertiamoci, immortaliamo i bei momenti che ci riserva la vita, ma sempre con moderazione e attenzione!

Foto it.freepik.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...