LA TOSCANA FRA LA DIVINA BELLEZZA DEI SECOLI PASSATI E LA TRISTEZZA DELLE CRONACHE PRESENTI

Florence Duomo viewE’ sgradevole per noi toscani trovarci sulle prime pagine dei giornali solo per notizie catastrofiche come sta accadendo da qualche tempo.

Epidemie, fallimenti finanziari, ormai ci manca solo la pioggia di fuoco e l’invasione di cavallette (quella di cinghiali l’abbiamo già e per quella dei lupi, nelle campagne maremmane e sull’Appennino, ci stiamo attrezzando). Continua a leggere

Annunci

RENZI, PRODI E BERLUSCONI, BERGOGLIO E RATZINGER: TUTTI “PUTINIANI”. CIOE’ TUTTI CONTRO LA FOLLE GUERRA CHE OBAMA E LA CLINTON HANNO SCATENATO CONTRO LA RUSSIA

putin

Vladimir Putin e Aleksandr Solzenicyn

 

La decisione di Matteo Renzi di bloccare nuove sanzioni della Ue alla Russia ha spiazzato tutti ed è una mossa coraggiosa che potrà avere conseguenze importanti. Difficile dire se c’è dietro una strategia, una visione anche geopolitica oppure se è frutto di istinto, di improvvisazione tattica.

Il premier ha disorientato certi suoi fan “ultra-atlantisti” di casa nostra e ha irritato May, Merkel e Hollande che invece spingevano in direzione di nuove (e controproducenti) sanzioni, seguendo la politica aggressiva verso la Russia del duo Obama/Clinton. Continua a leggere

«Merda su Gesù» ora diventa un caso nazionale, Meloni: «questa gente mi fa schifo»

MELONI1Il caso dello spettacolo teatrale “Sul concetto del volto di Dio diventa un caso nazionale. Dopo le forti contrarietà di numerosi cittadini e politici trentini (alcuni dei quali davvero imbufaliti) arrivano ora le reazioni di Giorgia Meloni leader di Fratelli d’Italia/AN.

La sinistra che governa la Provincia ed il Comune ha patrocinato e sponsorizzato l’opera di Romeo Castellucci, un sedicente artista che porterà a teatro uno spettacolo in cui il volto di Gesù viene riempito di escrementi. Nei giorni in cui i cristiani vengono uccisi in tutto il mondo per la loro fede, questi infami insultano i simboli della cristianità, nascondendosi come topi dietro il paravento della libertà artistica. A me questa gente fa schifo.” Con queste chiare quanto lapidarie parole, l’On. Giorgia Meloni interviene sul caso trentino. Continua a leggere

Per l’invasione di clandestini il capo del Governo e il ministro dell’Interno dovrebbero dimettersi ed essere processati per alto tradimento

renzi alfanoL’Italia di Renzi ha soltanto rinviato il via libera alla definitiva abolizione delle frontiere e all’auto-invasione di massa dei clandestini. La realtà è che già ora, l’Italia è l’unico Stato al mondo ad aver legalizzato di fatto la clandestinità e che investe cospicue risorse per favorire l’auto-invasione di clandestini.

Il fatto che, per ora, come ha specificato il ministro dell’Interno Alfano, sia stata sospesa la depenalizzazione del reato di clandestinità solo per “motivi di opportunità politica”, conferma che chi ci governa ha perso il lume della ragione, il sano amor proprio, il senso dello Stato e la responsabilità primaria di salvaguardare l’interesse degli italiani.  Continua a leggere

PRESENTATA A NOVEMBRE L’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE SUL FUTURO DEI DIPENDENTI DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE ORGAZIZZATA DI NUOVO IN SCIOPERO IL 19 DICEMBRE

Renzi_Matteo_Prem1Spesa e acquisti di Natale a rischio per i clienti dei centri commerciali e supermercati. Dopo le agitazioni del 7 novembre è stato infatti proclamato un nuovo sciopero della Grande Distribuzione Organizzata, previsto per il prossimo 19 dicembre, le cui adesioni potrebbero avere effetti evidenti. Nonostante la mobilitazione dello scorso mese non è arrivato dal Governo alcun segnale di apertura al confronto, nessun cambio di passo in merito al rinnovo del contratto dei lavoratori della GDO, che risulta scaduto da 24 mesi. Continua a leggere

L’Europa decide: più immigrati in Italia… a nostra insaputa

immi

In Europa è stato firmato un accordo sui Balcani che porterà più immigrati in Italia.
L’Unione europea ha deciso, assente l’Italia, di aprire cioè le porte ad altri 100mila immigrati ed a quelli che verranno respinti i quali, cosa che accadrà dappertutto, arriveranno in Italia dall’Albania.

Sono stati ben undici i Paesi europei che hanno trovato un accordo per la “gestionedei migranti e lo hanno fatto firmando 17 punti che sono un programma beffa per l’Italia.
D’altra parte Renzi non era stato invitato alla riunione.

Il bell’accordo in questione promosso dalla Commissione Ue guidata da Juncker, quello dello scandalo degli affari del Lussemburgo, penalizza proprio l’Italia.
In poche parole, i paesi baltici investiti dall’ondata dei migranti riducono dappertutto gli ingressi e i passaggi di frontiera e così i migranti, secondo l’allarme della stessa Ue che affermac’è il rischio che la strada dall’Albania potrebbe diventare il nuovo percorso seguito quest’inverno, si rivolgeranno e verranno verso l’ Italia.

La Merkel, alla conclusione del meeting contro l’Italia, ha detto che “siamo di fronte a conflitti globali che ci toccano ora direttamente” e che “l’Europa deve dimostrare che si tratta di un continente di valori e di solidarietà”.
Purché i migranti vadano tutti da un’altra parte, ad esempio in Italia.

Dunque gli altri Stati membri hanno deciso per l’Italia che vi sia lo scambio più efficace e duraturo di informazioni, le limitazioni al passaggio dei profughi da uno Stato all’altro, il sostegno ai profughi con cibo, alloggio e assistenza medica, la maggiore coordinazione dei flussi migratori, il contrasto al traffico di migranti e la riaffermazione dell’accordo con la Turchia, da attuare in tempi rapidi.

Solo un approccio transfrontaliero collettivo – si legge nella nota diffusa – nel rispetto dello spirito europeo basato sulla solidarietà, la responsabilità e la cooperazione pragmatica tra le autorità nazionali, regionali e locali, può avere successo.
Un’azione unilaterale può innescare una reazione a catena: i paesi dovrebbero quindi lavorare insieme, così come con i paesi d’entrata come la Turchia”.

A parole, perché nei fatti, i migranti sono indirizzati e arriveranno tutti in Italia, geograficamente aperta su tutti i fronti.
Perché è necessario avere governi eletti e parlamenti legittimi in Italia?

Perché siano preparati alla bisogna.
Oggi l’Italia è in balìa del nulla, e pure messa all’angolo dagli altri Paesi dell’Unione europea cui contribuisce economicamente profumatamente.
Si corra ad elezioni e si mandino soggetti in grado di esserci ed “intelligere”, pro nobis.

In Polonia ha stravinto le elezioni la destra nazionalista e anti-euro modello Orban che addirittura sostiene contro l’Europa che le politiche energetiche europee avrebbero danneggiato il Paese, il quale ha solo guadagnato dall’Europa in termini economici, e sostiene anche che gli immigratiportano le malattie, mentre in Italia abbiamo un ministro degli Esteri di un governo illegittimo al potere, mai eletto, Paolo Gentiloni, che sostanzialmente quanto inutilmente delira dicendo:Ue spalanchi le porte.
Possiamo accogliere centinaia di migliaia di persone se solo costruiamo una politica comune”.

Gentiloni vaneggia di “politiche comuni sull’immigrazione”, senza rendersi conto che proprio su questo tema l’Ue è già evaporata, e che un momentino prima di evaporare si è “accordata” senza l’Italia per spedire tutti i migranti nel Belpaese.
Ottimo lavoro dunque, nessuna responsabilità e nessun voto democratico.
Davvero un bel capolavoro.

Francesca Romana Fantetti

 

 

 

 

IL PARADOSSO DELLA CULTURA DELLA RESA

Dal tragico venerdì di Parigi nel nostro Paese impazza sulla Rete la richiesta di sospendere e rinviare a tempo indeterminato la celebrazione del Giubileo.

Diaconale_Arturo_6

Arturo Diaconale

La ragione della proposta non è dichiarata, ma chiaramente intuibile.
Il rischio di attentati a Roma è diventato altissimo dopo la raffica di sanguinosi attentati parigini e per evitarli non ci sarebbe altra strada che rinunciare, almeno fino a quando il pericolo non sarà diminuito, ai riti del Giubileo ed alla presenza nella Capitale italiana e del cattolicesimo di grande masse di pellegrini. Continua a leggere

FONDAZIONI: SCOPRIRE I SOLDI ‘ROSSI’

euro

Dal 2007 Matteo Renzi, appena arrivato alla Provincia, si è fatto dare la carta di credito e ha cominciato a mangiare a spese degli italiani, facendosi rimborsare trasferte a Roma e ovunque, cene con parenti, dalla pizzeria sotto casa alle notti all’Hotel Raphael.

In Italia è sempre più evidente che il problema è quello dei fondi riconducibili alla sinistra politica del Pd, cioè all’ex partito comunista italiano.
Il caso è deflagrato da ultimo con il senatore comunista Lusi, ex amministratore della comunista Margherita, espulso dal Pd perché accusato di essersi appropriato di tredici milioni di euro appartenenti al partito. Continua a leggere