Per l’invasione di clandestini il capo del Governo e il ministro dell’Interno dovrebbero dimettersi ed essere processati per alto tradimento

renzi alfanoL’Italia di Renzi ha soltanto rinviato il via libera alla definitiva abolizione delle frontiere e all’auto-invasione di massa dei clandestini. La realtà è che già ora, l’Italia è l’unico Stato al mondo ad aver legalizzato di fatto la clandestinità e che investe cospicue risorse per favorire l’auto-invasione di clandestini.

Il fatto che, per ora, come ha specificato il ministro dell’Interno Alfano, sia stata sospesa la depenalizzazione del reato di clandestinità solo per “motivi di opportunità politica”, conferma che chi ci governa ha perso il lume della ragione, il sano amor proprio, il senso dello Stato e la responsabilità primaria di salvaguardare l’interesse degli italiani.  Continua a leggere

MILANO Teatro Manzoni- Alessandro Sallusti intervista Magdi Cristiano Allam

10407664_848867095171214_2269408665822667678_nLa minaccia del terrorismo islamico in Italia: Sallusti intervista Allam al Teatro Manzoni a Milano Lunedì 2 marzo,  una serata a teatro per parlare di estremismo islamico e emergenza immigrazione. Sconto speciale per i lettori del Giornale.Il direttore de ilGiornale, Alessandro Sallusti, intervisterà Magdi Cristiano Allam al teatro Manzoni di Milano per il consueto appuntamento “Manzoni Cultura”, un contenitore di intrattenimento culturale, dove il pubblico è protagonista insieme a Nicola Porro e a Edoardo Sylos Labini di un avvincente faccia a faccia con alcuni dei volti più noti e amati del nostro Paese.Una vita controcorrente e senza paura, quella di Allam. Coscienza critica del mondo islamico e di tutte le Chiese. Un impegno di decenni contro la violenza religiosa, con la durezza del rigore intellettuale. Un dibattito fuori dai luoghi comuni e dal politicamente corretto in cui si parlerà di minaccia del Continua a leggere

Siamo ad un passo dalla guerra, ma siamo sicuri di esserne consapevoli?

isisSiamo a un passo dalla guerra. Ma gli italiani non lo sanno. E chi ci governa si limita a evocarla in televisione, confondendo la virtualità con la realtà, anteponendo tattiche politiche interne al senso di responsabilità nei confronti della sicurezza dell’Italia e della vita degli italiani.

Ieri i terroristi islamici in Libia legati allo “Stato islamico” dell’Isis, hanno annunciato la conquista della città costiera di Sirte, prendendo effettivamente possesso di alcune tv e radio locali da dove hanno trasmesso un discorso del loro capo, il califfo Abu Bakr al Baghdadi. Continua a leggere