Enzo Brai e la sua mostra fotografica a Palazzo Steri: La Sicilia tra splendore e miseria tra lutti e gioiose risate di bambini

brai

Venditore di cesti in vimini 1968

Domani sarà l’ultimo giorno a disposizione per potere visionare la bella mostra del grande Enzo Brai, fotografo nato in Sardegna ma da sempre vive e lavora a Palermo.  Inaugurata la Mostra fotografica il 21 Dicembre ; la presentazione della mostra è stata organizzata e allestita e presentata da: Professoressa Maria Concetta Di Natale, direttore del Dipartimento Storia dell’ Arte di Palermo, Antonino Buttitta Professore emerito di Etnoantropologia; Professore Aldo Gerbino, docente di Fisiopatologia dell’Università di Palermo e critico d’Arte, Professore Girolamo Cusimano dell’Università di Palermo, il Professore Roberto Lagalle, già Magnifico Rettore dell’Università  di Palermo ed il Rettore dell’Università  di Palermo Professore Fabrizio Micari. Continua a leggere

SACROSANTA RIVOLTA CIVILE CONTRO IL CANONE RAI

rai-tasseLa Notizia:
Rai, canone in due rate nel 2016

È quanto propone il Partito democratico per il pagamento del canone Rai che da gennaio sarà legato alla bolletta dell’energia elettrica

Il Commento

LE ASSOCIAZIONI PER LA TUTELA DEL CONSUMATORE E I CITTADINI RIGETTANO CON DETERMINAZIONE L’ENNESIMO TENTATIVO DI IMPOSIZIONE DEL CANONE RAI

La prevista norma contenuta nella Legge di Stabilità del 2016 che verosimilmente introdurrà il pagamento del Canone RadioTelevisivo nella fattura dell’Energia Elettrica suscita già un dilagare furibondo e legittimo di proteste. Continua a leggere

VOGLIO DIVENTARE CLANDESTINO!!! CROCETTA, FAI UN PASSO INDIETRO

Lettera a Goodmorning Magazine

Sono un disabile al 100% riconosciuto dalla legge 104 art.3 comma 3, ( malato grave-GRAVISSIMO) non percepisco 1 solo centesimo di aiuto straordinario da parte del mio Comune che è Bagheria (Pa). Da circa 4 costretto a vivere e curarmi ( ma non mi curo perchè non voglio –non POSSO pagare i 2,70 di ticket Regionale messi dall’Assessorato del sig Presidente. Crocetta. Ma non è finita, come contributo per la casa visto che ho ricevuto 5 (CINQUE) euro al mese per un totale di euro 60 (sessanta). Il buono socio sanitario, che per i malati gravissimi era di 2100 euro l’anno, quest’anno la beffa, il sig. Crocetta lo ha portato a 263 euro, La Caritas che è venuta oggi dopo oltre 1 mese, mi ha portato 3 pacchi di pasta 2 scatolette di pelati, e un pezzetto di formaggio da 250 grammi.
Chiedo solo un aiuto, c’è qualche autorità che mi aiuti a diventare clandestino per potere sopravvivere? Se muoio giuro che lo raccomando a DIO, e lo faccio andare in Paradiso!!!! Non è Barzelletta, non ho detto 1 sola bugia, basta contattarmi su facebook e faccio vedere tutti i documenti, compreso le sentenze del tribunale che mi ha dichiarato inabile al 100%. VOGLIO DIVENTARE CLANDESTINO!!!

Rosario Martino – Bagheria (Pa)

Commento: Ma è proprio necessario un commento? Ma in che paese stiamo vivendo? Magari qualcuno esprimerà una solidarietà pelosa e di facciata, i professionisti dell’aiuto sociale si batteranno il petto,  ma i fatti restano crudi e incontestabili, una comunità che non riesce ad aiutare chi ha bisogno è una comunità inesistente nei fatti e senza cuore, il titolo di presidente di una regione (o governatore se volete) non è una onorificenza buona solo per tagliare nastri, ma un atto di responsabilità verso la comunità che amministra, e sinceramente di questa responsabilità ne vedo molto poca. Se questo non accade, beh pensiamo che qualcuno debba fare un passo indietro a lasciare il ruolo a chi sente con passione questo incarico e si impegni per la soluzione di questi problemi.F.L.R

Palermo: Rassegna fotografica, “5 autori verso una fotografia di confine”


anna1
Palermo via XX Settembre 13

30 aprile – 7 luglio 2015  –  da Martedi a Sabato

ore 17 – 20

Due domande all’artista Anna Fici

Mi dice il perchè di questa   mostra che ha organizzato?

Si tratta di una Mostra su Palermo ed i suoi dintorni che rappresenta 22 originali Polaroid lavorati a mano in fase di sviluppo e di stampe Fine Art certificate dal marchio Digigraphie.Una tecnica che mette insieme in un armonico lavoro, la fotografia dello scatto di partenza, le tecniche di incisione con cui l’artista ha “scolpito” l’emulsione Polaroid in fase di sviluppo ed il gusto pittorico personale che ha guidato la realizzazione finale delle opere. Continua a leggere

STORIA DI ORDINARIA INCIVILTA’: Palermo, visita guidata alla Palazzina Cinese, il bambino disabile può entrare ma la carrozzina no

Gabriele e la mamma Margherita Bravo

Gabriele e la mamma Margherita Bravo

Lettera da Palermo  di una mamma con figlio disabile 

Sono la mamma di un bimbo di 11 anni diversamente abile di nome Gabriele e sto per raccontarvi questo triste episodio, che è avvenuto in data 09 aprile 2015 a Palermo.

La mattina del giorno nove mi reco nei pressi della Palazzina Cinese, che si trova all’interno del Parco della Favorita di Palermo, e dove mi aspettavano le maestre e gli altri compagni per effettuare una visita guidata all’interno del monumento. Da subito mi rendo conto che entrare non sarebbe stato facile, visto che per l’accesso vi sono solo due rampe di scale e nessuno scivolo o montascale. Prima di Continua a leggere

Monreale (PA), Pontificale in ricordo di Re Carlo di Borbone

Principessa Beatrice di Borbone

Principessa Beatrice di Borbone

Sabato 21 marzo alle ore 17.00, presso il Duomo di Monreale, in occasione del 280° Anniversario dell’Incoronazione di Re Carlo di Borbone, 45° Gran Maestro dell’Ordine Costantiniano, si terrà il Pontificale presieduto dall’Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Gran Priore Renato Raffaele Martino e concelebrato da S.E.R. Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale e Priore della Delegazione, in presenza del Gran Cancelliere S.A.R. la Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie.

Moda: Un filo continuo che raggomitola e imprigiona il calore della passione, e dell’amore.”

...

Flavia Tomasello  ha  diploma di Moda e Costume dell’Istituto Regionale D’Arte a Bagheria,  inventa le sue creazioni insolite inspirandosi al gioco della seduzione. I suoi vestiti, che vende personalmente, consistono in collane che si trasformano in cappelli o in top, stole avvolgenti, mantelle e morbidi scaldacuore. La sede  di Flavia è a Bagheria, la Baària di Tornatore, l’araba Bab el Gerib: la città natale di una stirpe di visionari con le radici nella terra delle olive e la testa chissà dove, ma mai altrove. Dietro le creazioni di Flavia Tomasello c’è qualcosa primordiale, una fitta rete piena di nodi che tracciano un perimetro di filo di un pezzo di universo. Ogni capo è unico, progettato e realizzato interamente a mano dalla designer/artigiana. Le combinazioni di colore sono il risultato di emozioni, del piacere e dell’arte. Il tocco dei diversi filati e colori è una elaborazione della fantasia: lana, tessuti moda, lurex, nastri, corde, fili, cavi di plastica. Continua a leggere

IL POZZO NERO DELLA SANITA’ E DEI DISABILI ITALIANI SCRIVE UNA NUOVA STORIA DI SOFFERENZE E DISAGI

Rosario Martino

Rosario Martino. Clicca sull’immagine per ingrandire

di Francesco La Rosa

Rosario Martino,  ma molti lo conoscono come Martin, perché questo era il suo  nome d’arte di quando si esibiva come intrattenitore, ma anche noto perché si occupava di paranormale, ma facendone un arte di svago,  e non il classico lavoro di fattucchiere che tra l’altro odia, e tanto sconsiglia. Vive a Palermo, 55 anni e 160 kg di peso, e gli abbiamo chiesto di raccontarci la sua storia, e se potevamo, pubblicandola,  cercare di contribuire a quella che ci piace chiamare battaglia di civiltà.

Martin, cosa ricordi di quei tempi?

Sembra lontano il tempo in cui tra un autografo ed un altro, tra inviti e divertimenti, ero entrato a far parte di quel mondo che è il mondo dello spettacolo tanto ambito dai giovani. La salute girava a 3000 km orari, i soldi erano tanti e tutto pensavo che da li a soli pochi anni, proprio nel  momento in cui ho cominciato a firmare i primi contratti importanti fosse in agguato la disabilità. Prima un ictus, poi l’infarto, e pian piano una serie di altre patologie e problematiche fisiche legate a queste mi hanno ridotto disabile al 100%. Continua a leggere

Palermo, la mafia è stata ed è mafia… senza aggettivi

deci2In risposta a Grillo ” la mafia non è più onorevole” Sabato 20 dicembre 2014 ore 9,30, a Palermo viale delle Magnolie n. 41, si è assistito ad un evento commemorativo in memoria di Mauro De Mauro, coraggioso giornalista de “L’Ora” fatto sparire dalla mafia il 16/09/1970.
Durante l’evento è stata apposta una targa, sul muro della sede nazionale di “Democrazia in Movimento” che è anche una delle sedi di incontro di “Decidiamolo Insieme” un movimento politico decilocale molto attivo e sensibile a tematiche sociali e del territorio.
L’associazione “Decidiamolo Insieme” ha deciso di presenziare l’evento e di dare un proprio contributo e a tal proposito si è affidata all’esperienza dell’associazione Sympathy Group, che ha impreziosito l’evento con alcuni interventi musicali eseguiti dal maestro Giuseppe Zaami durante la scopertura della targa commemorativa.

Continua a leggere