LA TOSCANA FRA LA DIVINA BELLEZZA DEI SECOLI PASSATI E LA TRISTEZZA DELLE CRONACHE PRESENTI

Florence Duomo viewE’ sgradevole per noi toscani trovarci sulle prime pagine dei giornali solo per notizie catastrofiche come sta accadendo da qualche tempo.

Epidemie, fallimenti finanziari, ormai ci manca solo la pioggia di fuoco e l’invasione di cavallette (quella di cinghiali l’abbiamo già e per quella dei lupi, nelle campagne maremmane e sull’Appennino, ci stiamo attrezzando). Continua a leggere

RENZI, PRODI E BERLUSCONI, BERGOGLIO E RATZINGER: TUTTI “PUTINIANI”. CIOE’ TUTTI CONTRO LA FOLLE GUERRA CHE OBAMA E LA CLINTON HANNO SCATENATO CONTRO LA RUSSIA

putin

Vladimir Putin e Aleksandr Solzenicyn

 

La decisione di Matteo Renzi di bloccare nuove sanzioni della Ue alla Russia ha spiazzato tutti ed è una mossa coraggiosa che potrà avere conseguenze importanti. Difficile dire se c’è dietro una strategia, una visione anche geopolitica oppure se è frutto di istinto, di improvvisazione tattica.

Il premier ha disorientato certi suoi fan “ultra-atlantisti” di casa nostra e ha irritato May, Merkel e Hollande che invece spingevano in direzione di nuove (e controproducenti) sanzioni, seguendo la politica aggressiva verso la Russia del duo Obama/Clinton. Continua a leggere

Per l’invasione di clandestini il capo del Governo e il ministro dell’Interno dovrebbero dimettersi ed essere processati per alto tradimento

renzi alfanoL’Italia di Renzi ha soltanto rinviato il via libera alla definitiva abolizione delle frontiere e all’auto-invasione di massa dei clandestini. La realtà è che già ora, l’Italia è l’unico Stato al mondo ad aver legalizzato di fatto la clandestinità e che investe cospicue risorse per favorire l’auto-invasione di clandestini.

Il fatto che, per ora, come ha specificato il ministro dell’Interno Alfano, sia stata sospesa la depenalizzazione del reato di clandestinità solo per “motivi di opportunità politica”, conferma che chi ci governa ha perso il lume della ragione, il sano amor proprio, il senso dello Stato e la responsabilità primaria di salvaguardare l’interesse degli italiani.  Continua a leggere

L’URNA QUESTA SCONOSCIUTA? NOI VOGLIAMO VOTARE

urnaL’escalation politica di soggetti mediocri quali sono senza ombra di dubbio Renzi ed Alfano ha avuto inizio nel periodo che va dal 2011 ai giorni nostri, periodo contraddistinto dal grande vulnus portato alla Democrazia rappresentativa da un Capo dello Stato, Giorgio Napolitano che ha acconsentito, complice purtroppo Berlusconi, a che il Governo eletto dai Cittadini cessasse di operare e che al suo posto operasse un Governo tecnico presieduto dal tecnocrate Mario Monti, i cui disastri purtroppo dureranno nel tempo. Continua a leggere

Renzi “orgoglioso”: “Se questa è l’Europa, tenetevela”.

30/05/2013 Roma, presentazione del libro ' Oltre la rottamazione ' . Nella foto Matteo Renzi

E loro se la tengono, caro Matteo Renzi.

L’ennesimo vertice dei capi di Stato e di governo dell’Unione si è concluso con una netta sconfessione della politica italiana sull’accoglienza degli immigrati clandestini.

Il fatto che si sia raggiunta una generica intesa sulla possibilità che anche altri paesi possano accogliere, senza alcun vincolo obbligatorio, 40 mila profughi provenienti dalla Grecia e dall’Italia nel prossimo biennio, non costituisce alcuna svolta nella filosofia di Bruxelles in materia di difesa del territorio comunitario dalle ondate migratorie incontrollate. Continua a leggere

La prima casa da oggi è pignorabile: mossa a tradimento del governo Renzi

.....

Cosi Renzi immagina la vita degli Italiani con la prima casa pignorata. La sentenza della Cassazione del 2014 fatta a “fette”

La prima casa diventa pignorabile. Lo ha deciso la maggioranza che sostiene il governo Renzi che ha bocciato le mozioni dell’opposizione, tra queste una di Fratelli d’Italia, che chiedeva di sospendere le procedure di espropriazione relative a immobili adibiti ad abitazione principale. Formalmente c’è stato un via libera dell’Aula della Camera alle mozioni di maggioranza sulle iniziative volte a sospendere gli espropri delle prime case. Ma i testi approvati, di fatto, non garantiscono nulla: sostanzialmente impegnano il governo solo a «valutare l’opportunità di adottare iniziative di rango normativo per ad individuare misure di natura Continua a leggere

VOLTAGABBANA ITALICI E LEADER STRANIERI, E’ INIZIATA LA FUGA DA RENZI VERSO ….

MEDITA DI LASCIARE?

MEDITA DI LASCIARE?

Non una critica, non un appunto (della serie meglio tenerselo buono).
Poi, vista la botta che gli hanno assestato gli italiani, ecco le supponenti analisi su che cosa non va, sulla spinta propulsiva che si è esaurita.

Vien voglia di difenderlo, Matteo Renzi, ora che tutti gli adulatori di ieri prendono le distanze o addirittura gli voltano la schiena.
Giglio Magico, avete un problema, il vostro Renzi sta diventando un primo ministro come gli altri: chi lo ha plebiscitato alle primarie e ha dato il 40% dei voti europei al Pd lo ha fatto per avere Matteo, se avesse voluto un leader imbalsamato si sarebbe tenuto Letta, che era più competente”, ha sdottoreggiato Massimo Gramellini sulla Stampa, gli stessi, autore e giornale, che hanno intonato lodi sperticate al Rottamatore da quando ha messo piede a palazzo Chigi. Continua a leggere

POLITICA: RIPRESO L'”UOMO SOLO AL COMANDO”

di Arturo Diaconale

Renzi_Matteo_Prem1L’interrogativo politico di fondo legato alle elezioni regionali riguardava il Partito democratico di Matteo Renzi e la sua capacità di mantenere non tanto la quota di consenso conquistata alle precedenti elezioni europee, quanto il ruolo politico assunto grazie a quell’incredibile 41 per cento. Il risultato del voto di due domeniche fa, ha fornito una risposta inequivocabile a quell’interrogativo.
Il Pd di Renzi non è riuscito a mantenere né la quota, né il ruolo ottenuto all’epoca del voto per il Parlamento europeo. Le cifre parlano chiaro.
In Veneto il Pd ha perso addirittura venti punti rispetto alla quota stratosferica del passato. Continua a leggere

L’ITALIA E’ UNA EX NAZIONE

di Ciuenlairenzi1

Ha detto che è un cambiamento epocale dell’Europa. Poi si scopre che ci hanno dato due spicci, punto! Le azioni contro gli scafisti e i mercanti di persone affidate alla Mogherini, così si ha la certezza che non se ne farà niente e l’accoglienza dei profughi, tocca, una volta per uno, sempre a noi. Poi gli telefona Obama e gli dice “Qualche mese fa abbiamo ammazzato uno dei vostri, condoglianze”. Ma come? Era stato alla Casa Bianca l’altroieri e non gli aveva detto niente, come si fa con lo zerbino di casa. Shultz ride di lui, i partner europei gli danno una pacca sulle spalle sussurrandogli “arrangiati”, Obama lo umilia davanti al mondo. Voleva fare il partito della nazione. Ieri ha scoperto che non può più farlo perchè, dopo queste figuracce , non c ‘è più una nazione.
QUIZ – Chi indovina il personaggio di questa storia vince 80 euro?