ARRIVANO IN ITALIA I NUOVI CARTOON DEI “PEANUTS”

DallAngeloPictures_Peanuts_12Arriveranno presto anche in Italia i cartoon dei “Peanuts”. La Dall’Angelo Pictures ha firmato infatti un accordo con Normaal Animation, lo studio di animazione francese che ha avviato la produzione della nuova serie di 500 episodi (della durata di 90” ciascuno) con le avventure di Charlie Brown, Snoopy e degli altri personaggi creati dal fumettista statunitense Charles Monroe Schulz. Questo accordo, della durata di 12 anni, prevede che la società guidata da Barbara Dall’Angelo entri come co-finanziatore nella fase produttiva dei cartoon e si occupi anche della distribuzione in Italia. Continua a leggere

Annunci

Inseguendo le orme di Montalbano

Letizia Leonardi

Letizia Leonardi

di Letizia Leonardi

“Montalbano sono”:  è il mantra che apre il sipario ad una Sicilia tutta da scoprire. Se siete turisti “fai da te”,  fan del Commissario nato dalla penna di Camilleri, non potete rinunciare a visitare Vigata e Montelusa, località in cui lo scrittore siciliano ha ambientato i suoi romanzi.

Cercateli sul vostro navigatore satellitare o su Google maps e riceverete una cocente delusione: queste città sono inesistenti ma, niente paura, ci pensiamo noi a indicarvi il giusto itinerario. Un imperdibile viaggio nei luoghi in cui sono ambientate le avventure del commissario più famoso d’Italia.  Attenzione però: se siete lettori di Camilleri troverete delle differenze tra i posti descritti nei romanzi e i luoghi che si vedono nella fction televisiva trasmessa dalla Rai. Lo scenografo Luciano Continua a leggere

Musica e televisione: Breve conversazione con il maestro Leo Sanfelice

di Chiara Fici

Leo2Aristotele: Non esiste grande genio senza una dose di follia. Con questa frase credo di aver descritto “l’Artista” Leo Sanfelice. Personaggio televisivo molto noto, che ha saputo coniugare arte e piacere di vivere, in maniera scherzosa, mai volgare; siracusano di nascita, modi garbati, signorili, nobili; discendente dalla casata dei Sanfelice viene definito “personaggio stravagante, fuori dal mondo”, coinvolgendo con la sua “imprevedibile” vena comica un pubblico attento ed esterrefatto dalla sua immensa preparazione musicale.
Abituale ospite delle trasmissioni di Renzo Arbore, di Umbria Jazz e numerosi festival in Italia ed all’estero, Leo San Felice è un personaggio ben noto al pubblico romano. Inventore dell´ “Happy Jazz”, San Felice propone una serie di gustose interpretazioni dai titoli più curiosi: “Vorrei fare la modella”, “Tango nel Fango”, “Chiamami Rosita”. Le sue esibizioni divertono i suoi numerosi fan, facendo emergere la bravura di questo maestro dello stile “stride piano” Continua a leggere

GIORGIO ALBERTAZZI, ‘BALLANDO CON LA STELLA”

DI FLORIANA LA ROCCA

 

Floriana La Rocca

Floriana La Rocca

Alcune stelle pare abbiano anche una gran voce, e non si esauriscono.
E’ eros l’ impeto con il quale la loro luce si spande e inconfutabilmente attrae. Giorgio Albertazzi: energia indistruttibile prodotta da cellule che resistono al disfacimento naturale dell’usura. Ed ecco un bastone, orpello utile a deambulare quando le gambe non possono più permettersi la fermezza di un assetto stabile, diventare strumento di seduzione, condivisione, con una ballerina che si apre alla Milonga e partecipa ad un atto di fantasia che provoca Poesia per venire da Essa provocato. Sfidare l’Eterno in una partita che finiremo per perdere, malgrado la più solida delle resistenze, ma a cui dare però molto ‘filo da torcere’. E’ la vecchiaia che deve proteggersi da Giorgio Albertazzi; l’Istrione la sta stremando, ed è una gioia. Lo smottamento interiore che s’avverte quando possiede la danzatrice che scandisce il ritmo due quarti del Tango, regala fiducia e senso a tutto questo andare contro il tempo che inesorabilmente passa. E bastano poche e forti frasi poetiche di un altro grande come Borges, dette con un gesto imperfetto, una presa sghemba, per comprendere quanto un vero attore possa trasmettere vita, sempre e per sempre, riuscendo a fare del Teatro un’interminabile pulsione,

egiorvestendo i panni dell’imperatore Adriano o quelli del miserabile ancorché ricco Shylock, o nella double face di ‘Jeckill and Hide’.
Se è vero che un buon m..aestro lascia parti di sé nei suoi discenti, spero di aver acquisito una fetta di quell’eternità ideale – pur se labbra rosee e gote dovran cadere sotto la curva lama del tempo – (W. Shakespeare). Burlare con eleganza il trascorrere degli anni che ci sgretola; alimentare un fuoco che si consumi per sfinimento invece che consumarci, è ciò che amerei ereditare da Giorgio Albertazzi. Duellare con la vita e in qualche modo spuntarla. Questo egli fa a ‘Ballando con le Stelle’, come per tutto il suo percorso. Non ce n’è per nessuno! Nell’edizione iniziata il 4 ottobre 2014 su Rai Uno, sarà lui la Stella.