«Merda su Gesù» ora diventa un caso nazionale, Meloni: «questa gente mi fa schifo»

MELONI1Il caso dello spettacolo teatrale “Sul concetto del volto di Dio diventa un caso nazionale. Dopo le forti contrarietà di numerosi cittadini e politici trentini (alcuni dei quali davvero imbufaliti) arrivano ora le reazioni di Giorgia Meloni leader di Fratelli d’Italia/AN.

La sinistra che governa la Provincia ed il Comune ha patrocinato e sponsorizzato l’opera di Romeo Castellucci, un sedicente artista che porterà a teatro uno spettacolo in cui il volto di Gesù viene riempito di escrementi. Nei giorni in cui i cristiani vengono uccisi in tutto il mondo per la loro fede, questi infami insultano i simboli della cristianità, nascondendosi come topi dietro il paravento della libertà artistica. A me questa gente fa schifo.” Con queste chiare quanto lapidarie parole, l’On. Giorgia Meloni interviene sul caso trentino.

Anche Fratelli d’Italia-AN del Trentino nella persona di Guerrino Soini, Responsabile del Dipartimento Famiglia e Difesa della Vita, a nome del Direttivo Provinciale del Partito e del Circolo di Rovereto,  prende posizione circa la proposta dello spettacolo teatrale in cartellone all’auditorium Melotti martedì prossimo.

E’ un concetto universalmente riconosciuto”, afferma Soini,” il fatto che l’arte adotti forme e linguaggi fuori del comune, a volte anche forti e di altrettanto forte impatto sulla pubblica opinione. E’ altrettanto vero che non è lecito, nemmeno per l’arte, offendere il senso religioso di molte persone ed è altrettanto poco lecito strumentalizzare dei bambini per farlo. L’arte, in questa fase evolutiva, è alla ricerca del sensazionale ad ogni costo e talvolta, come in questo caso travalica il senso del buon gusto. Ma l’arte è fatta anche di questo e non sta a me giudicare anche se, obiettivamente, scambiare per arte una simile porcheria a me pare un tantino fuori luogo”.

Poi l’attacco politicoQuello che non rientra assolutamente nel lecito“, continua Soini,  “è il fatto che una pubblica Istituzione, in questo caso i Comuni di Trento e Rovereto, abbiano concesso il patrocinio ad un lavoro considerato blasfemo dai più, ma anche di impatto educativo fortemente negativo per l’utilizzo di fanciulli per rappresentare l’indegna azione di tirare dello sterco sul volto del Cristo, di quel Cristo che se fosse stato Maometto avrebbe suscitato un vespaio tale da far tremare le poltrone dei due Sindaci e, magari anche di qualcun altro. Ma si sa, finché è Gesù ad essere “ smerdato “ si tratta d’arte, se si fosse verificato l’altro caso la politica, o almeno certa politica, avrebbe gridato allo scandalo chiedendo la testa di Tizio, Caio eppure di Sempronio”.

Infine l’attacco personaleIl Vicesindaco, o Vicesindaca che dir si voglia, Cristina Azzolini, è caduta dalle nuvole (è strano come in situazioni imbarazzanti si faccia sempre finta di non sapere nulla, lo ha fatto giusto l’altro giorno l’Assessora Ferrari a riguardo del pasticcio creato con il Centro Studi di Genere dell’Università di Trento del quale è direttamente responsabile per la vicenda dell’utero in affitto) dicendo che il calendario è stato programmato dal Santa Chiara, che se fosse stato prodotto a Rovereto lo spettacolo sarebbe stato cassato e che comunque l’arte ha un suo linguaggio, ha ribadito pure che il patrocinio non vuol dire condivisione.

Ebbene, carissima Vicesindaca, il fatto puro e semplice è che l’Istituzione che Lei, assieme ad altri, rappresenta, semplicemente non ha fatto il proprio dovere e non ha esercitato quella doverosa azione di controllo che avrebbe evitato un simile polverone. Perché sa, signora, è indegno esercitare il politically correct nei riguardi dei musulmani e fregarsene altamente quando ad sentirsi offesi possono essere i propri cittadini che hanno la sola colpa di non andare in giro velati o di non tener segregate le proprie mogli”.

Fratelli d’Italia/AN annuncia la presentazione di una mozione di censura verso l’accaduto in tutte le circoscrizioni comunali roveretane.

fonte:www.lavocedeltrentino.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...