Non riesco più a camminare, ma grazie all’Amore, ho imparato a volare.

...

Gjon Bishaj

Storia di Gjon Bishaj un ragazzo fuori dal comune!

Incontro con Chiara Fici

Gjon Bishaj e’ un ragazzo che come tantissimi suoi coetanei e’ venuto in Italia per  trovare dei suoi parenti e a sperare in una vita migliore. Ma il destino non l’ha premiato,  gli ha donato  la piu dura prova che un ragazzo di venti anni possa affrontare: ritrovarsi, dopo essere stato investito da un pirata della strada, sulla sedia a rotelle.

Una tragedia che ben pochi suoi coetanei avrebbero superato, lui che aveva davanti a se tutta una vita per uscire con amici andare al lavoro e fare tutte quelle attività oneste, lecite e giuste che tutti i ragazzi della sua età fanno .

amami ancoraGjon non si’ e’ lasciato prendere  dallo sconforto e dalla disperazione,  ha sollevato il capo, orgoglioso e fiero come il popolo albanese dal quale proviene ed ha reagito, usando ciò che di più prezioso gli era rimasto, le mani ed il cuore. Cosi ha cominciato a scrivere poesie e pensieri degni di apprezzamento e di amore circondato dall’affetto dei suoi cari e dei suoi tantissimi amici e lettori che lo sostengono acquistando i suoi libri.

Chi è Bishaj Gjon?

Sono un ragazzo nato il 21 marzo 1988 a Scutari in Albania. Cattolico credente, o forse ero credente. Dopo aver visto tanta cattiveria in molte persone, sono un pò confuso, non so più se credere o meno, mi è più facile credere nella cattiveria della gente!

Da quanto tempo sei in Italia e come mai? 

Sono venuto  qui perchè avevo il mio fratello, e mia sorella che vivono in Italia dal 1999.  Dal dicembre 2004, ho vissuto a Trieste, Treviso, Bologna, Venezia, Firenze, Milano e Piemonte Savigliano, Cuneo, adesso vivo a Torino.

Cosa e’ successo alla tua vita di cosi travolgente e sconcertante da cambiarti l’esistenza?

Un banale  incidente stradale,  un pirata della strada mi ha investito e scappato, purtroppo come vedi sono  su una sedia a rotelle da quel giorno, un incidente che mi ha costretto a ripensare la mia vita e in qualche modo ha condizionato i miei sogni.

Come si intitola il libro che hai pubblicato?

Amami ancoraPoesie e una mia biografia di 4 pagine

Pensi che cantare l’amore attraverso le poesie possa essere utile a trasmettere i veri  valori della vita ai tuoi coetanei?

Io spero di si, comunicare e condividere amore attraverso le poesie ci offre l’opportunità di conoscere nuove persone e ti fa capire che l’amore è un messaggio universale che ci fa star bene.

Ci regali un pensiero finale?

Per me è importante  l’amore, il rispetto, la tranquillità, la serenità verso la famiglia verso gli amici e conoscenti. Penso che bisogna essere accoglienti e affettuosi verso il mondo,  vivere  la vita intensamente ogni giorno perché è troppo breve per goderla come si deve

.

Un pensiero su “Non riesco più a camminare, ma grazie all’Amore, ho imparato a volare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...